Tag

, , , , , , , , , , , ,

Akram Khan Laurent Liotardo prove Giselle 2016
Il coreografo e ballerino Akram Khan in una foto in sala prova, scatto di Laurent Liotardo.
Il lavoro coinvolge l’English National Ballet nella creazione di una ‘nuova’ Giselle.

C’è un elemento che spesso la fotografia può esaltare: il gesto compiuto. O potrei dire fissato nella ricerca linguistica di un perfetto contrario di ‘sospeso’; perché spesso il gesto danzato è posa oppure è uno scatto rubato, magnifico, apparentemente incompiuto, perché il movimento è fermato nell’attimo. Tuttavia ci sono fermi immagine come questo, che hanno il loro significato così.
Un istante, una percezione visiva delle linee nello spazio che diventa sentire (gnosis-conoscenza). La danza è milioni di cose, rientra in un’infinità di definizioni; ha una sua dimensione temporale e atemporale. Rimane il fatto che disegna lo spazio, lo riempie, lo definisce, gli assicura un senso, anche solo così: mani… dita che si toccano in primo piano e dietro ombra, una per tutti. Tutti quei ballerini che provano, con i loro corpi, passi, movimenti ed espressioni affinché la coreografia diventi reale e continua. Ossia danza.

Annunci