Tag

, , , , , , , , ,

Andy1982 FARFALLA-IN-VOLO x cooming soon Ombre a Occidente

Ho capito solo ora che qualcosa mi stava davvero impedendo di scrivere di questo romanzo in modo completo.
Si trattava di un avviluppamento personale… Ogni volta che penso a ‘Ombre a Occidente’ mi sembra di dover ricominciare da capo; cioè di dover recuperare il primo romanzo, ‘Non dire’, e annunciare questo secondo con la smania di dire che ce ne sarà un terzo. Questo succede perché il Vol. 1 aveva una sua unicità, intriso di spiegazioni esoteriche, che nel passato trovavano il loro richiamo, e diventava un thriller forte, una caccia al tesoro, una corsa contro il tempo per recuperare un oggetto ed evitare che “esso” potesse distruggere l’umanità: annientandone una parte immensa e mettendo sotto scacco il mondo così come lo conosciamo. Diversi personaggi si trovano coinvolti nella vicenda e alcuni di loro finiscono per formare un team: Sebastian, Alexandra, Benedetta, Luca, Darren…. Una delle teorie che si fa strada nel romanzo è quella dei nodi, base degli studi e del contributo di Darren stesso; ma anche perno di una precisa visione della vita dello scrittore torinese, Massimo Nepote Andrè.
LA TRILOGIA DEI NODI nasce sicuramente da qui; ma detto questo, non vorrei togliere visibilità al VOLUME 2: ‘Ombre a Occidente’, la cui lettura per me è stata coinvolgente per quanto differente dalla precedente esperienza con il primo romanzo (i due romanzi si trovano in versione e-book su Amazon Kindle e cartacea, in copertina morbida).
***
Scopriamo dunque l’esistenza dei “nodi” e che essi sono identificabili come luoghi con coordinate geografiche, ma anche come entità sensibili agli eventi cosmici (di cui la Terra fa parte), e diventano più intensi in determinate circostanze, agendo sulla dimensione spazio-temporale: “[…]ogni punto dello spazio è compatibile con la presenza di extra-dimensioni estremamente piccole e arrotolate […]” . L’autore usa prudentemente e saggiamente una parte della ‘meccanica quantistica’ e ne fa quel tocco di fantascientifico dire che gli permette di creare degli importanti collegamenti nella trama. I nodi sono luoghi ed entità; interagiscono con la memoria collettiva: diventano più sensibili per esempio in casi di grandi catastrofi, di eventi naturali che superano le potenzialità umane. Questo può essere persino visualizzato e controllato.
***
Alexandra e Sebastian otto anni prima si incontrano all’interno di un intreccio noir. Simbolicamente le figure scultoree di Rodin bruciano nella mente di un killer, alimentando la sua pazzia. Una magia potente e arcana è dispersa, personaggi con capacità intellettuali particolari o conoscenze segrete si incontrano. Le fila della storia seguono le tracce di sangue e gli spostamenti. La magia si attiva con “le parole” e rappresenta il male, ma anche un immenso potere.
La storia di Berta è in sé molto suggestiva, una storia di amore, che si dipana in altri tempi, ma qui si inserisce perché il tempo comincia a farsi sentire nella sua relatività, mentre il passato, per quanto lontano, penetra lentamente nel presente.
***
Ritroviamo ora i personaggi cui il lettore si era affezionato, eppure tutto pare cambiato. L’atmosfera è diversa; e ciascuno di loro sembra incasellato nel proprio ruolo come uno stereotipo. La vita è andata avanti, il mondo anche, nelle sue scoperte, nelle sue ovvietà, nelle sue brutture. Percepisci una dissonanza nell’aria.
La dissonanza nasce dall’accostamento di due suoni che emessi simultaneamente parrebbero in armonia e non lo sono, anzi possono essere stridenti: LA STREGA NEL SUO VIAGGIO (1600) E IL PRESENTE (2018).
Posso dire che la vicenda della strega è una storia nella storia; schema che l’autore recupera solo apparentemente dalla vicenda di Berta, del Vol 1, perché c’è molto di più.
***
Non mi addentro, tutto è spiegato in modo da comprendere di che cosa si parla e soprattutto un favoloso e raffinato escamotage giustificherà ciò che accade; infatti, sarà quanto accade a venirci incontro nella lettura, come fanno le ombre. Quel lento allungarsi su di noi. Queste “OMBRE”, che dovremmo con consapevolezza conoscere, non spiegano tutto. Esse rappresentano l’instabilità della situazione in cui si trova il mondo occidentale: il terrorismo, l’emigrazione di massa, l’atroce problema della pedofilia, la violenza perpetrata contro le donne… la rabbia di dolori terribili, che non tutti riescono a superare (come gli eventi dell’11 settembre negli attacchi terroristici in America e il conseguente crollo delle Torri Gemelle) e che possono alimentare insane e incontrollabili voglie di vendetta.
Permane l’arcano, che qui si arricchisce di un umanesimo contagioso: dolore-amore-dubbio; perdite e speranze.
Il lettore conoscerà Luke, figlio di Alexandra e Sebastian.
Il lettore vedrà un oggetto, un ciondolo, e perderà a tratti il senso della contemporaneità.
***
Sopra i rimandi storici, oltre le precisazioni fonte di studio e accuratezza, accanto alla curiosità che l’autore nutre con passione e gusto, c’è un soffio sempre più intenso fino a farsi vento che spinge le ombre, come nubi nel cielo, ma anche un veliero sulle acque impervie del mare.
Le epoche si confondono e il tempo muta la sua dimensione attraverso uno spazio che non ha nessuna ragione di essere se non alla fine.
Le nubi corrono veloci su cieli mai uguali in tempi diversi e così le ombre scivolano su di noi, come memento.
Intanto la trama evolve in un thriller ben distribuito fra colpi di scena, viaggi, scoperte e potenzialità un poco fuori del comune (la tecnologia ‘olo’, per esempio).
***
Ci è richiesto di essere differenti nelle diverse fasi della nostra vita. Ed è così anche per i personaggi. Benedetta e Darren ritornano, Cassandra e Byte lavorano nel laboratorio della Fondazione diretta da Sebastian.
L’Africa ancora una volta sarà ‘accoglienza’.
Vi è una donna con molti nomi.
Chi è?

Vi risponderò con un verso del nostro poeta, Eugenio Montale, (1896/1981) – che dice così:

[…]“Probabilmente
non sei più chi sei stata
ed è giusto che così sia”[…]

(cit.: Gli Uomini che si voltano, da ‘Satura’)

Stefania Sanlorenzo

(trailer completo Vol 2 “OMBRE A OCCIDENTE”)

Potete trovare tutti gli articoli inerenti NON DIRE e l’autore, nella genesi di questo secondo volume e della Trilogia: I NODI DELLA TERRA, in Categorie: Editoria/Torino.

Annunci